Il Palmo unità di misura di lunghezza

Il Palmo unità di misura di lunghezza
 
Il PALMO è l'unità di misura di lunghezza adoperata in varie zone dell'Italia prima dell'introduzione del sistema metrico decimale.
Al palmo si attribuisce una distanza media di circa 26 cm, cioè la distanza passante tra la punta del pollice e la punta del mignolo in una mano tesa aperta.
Indichiamo media in quanto, a seconda della zona geografica, poteva avere misure diverse. Ad esempio a Napoli era pari a 26,4 cm mentre a Palermo 25,8 cm.

Teorema di Talete

Enunciato del teorema di Talete: un fascio di rette parellele tagliate due rette trasversali intersecanti con esse determina due classi di segmenti proporzionali.
 
Su un piano poniamo un fascio di rette, nel nostro caso 4 rette che chiamiamo ra, rb, rc e rd
e le facciamo intersecare da due rette che chiamiamo t1 e t2

Teorema di Euclide - secondo

Secondo teorema di Euclide, primo e secondo enunciato.
 
Primo Enunciato: in un triangolo rettangolo il quadrato costruito sull'altezza relativa all'ipotenusa è equivalente al retangolo che ha per lati le proiezioni dei cateti sull'ipotenusa.
Secondo Enunciato: in un triangolo rettangolo l'altezza relativa all'ipotenusa è media proporzionale tra le proiezioni dei cateti.
 
Dimostrazione:

Formula per calcolare la proporzione e il valore del termine incognito

Formula per calcolare la proporzione e il valore del termine incognito..
 
Vi ricordate la maestra a scuola?
Se 2 galline fanno 4 uova, 3 galline quante uova fanno?
Ci chiedeva, in modo semplice, di eseguire una proporzione per calcolare il termine incognito.
 
In termini matematici,
  • si scrive così: 2:4=3:'x'
  • si legge così: 2 sta a quattro come 3 sta ad 'x' (ics)

Teorema di Euclide - primo

Primo teorema di Euclide.

Enunciato: In un triangolo rettangolo, il quadrato costruito su un cateto è equivalente al rettangolo che ha per dimensioni l'ipotenusa e la proiezione del cateto sull'ipotenusa.

Partendo da un triangolo "ABC" poggiato sull'ipotenusa "AC", costruiamo sui cateti "AB" e "BC e sull'ipotenusa "AC" dei quadrati che hanno per lato i detti segmenti.

Tracciamo dal vertice del triangolo (dall'angolo retto) l'altezza relativa all'ipotenusa e la proiettiamo fino a dividere il quadrato "ACDE" in due rettangoli "AFGE" e "FCDG.

Teorema di pitagora

In un triangolo rettangolo,
l’area del quadrato costruito sull’ipotenusa (c2)
è uguale alla
somma dell’area dei quadrati costruiti sui cateti (a2 + b2)

teorema di Pitagora

Calcolo dell'area del quadrato costruito sull'ipotenusa (c2):
c2 = a2 + b2

Formula per il calcolo dell'accelerazione

Per accelerazione si intende la misura della variazione della velocità in un dato tempo ed e' una valutazione del cambiamento attribuibile all'azione di una forza.

L'accelerazione, che si esprime in metri al secondo quadrato (m/s2), corrisponde al rapporto tra la variazione della velocità (v2-v1) e l'intervallo di tempo (t2-t1) in cui è avvenuta tale variazione.

a = (v2-v1)/(t2-t1) = Δv / Δt

Pagine